Associazione Embrice 2030 (Via delle Sette Chiese 78)
Perimetro Quadraro
Walkabout da Garbatella al Quadraro (con trasporto pubblico)

L’Istituto Geografico Militare, nella sua tavola 1:25.000, definisce Perimetro del Quadraro l’area extra acquedotti ( aquarum ductus) che si estende fino alla attuale Via Subaugusta. In questo contesto l’esplorazione partecipata individuerà, con uno sguardo fondato sui principi delle Scienze del Territorio le sub-aree che costituiscono i frammenti di questo perimetro: un perimetro in movimento, sotto il profilo economico e sociale, ma relativamente stabile nei suoi caratteri fisici, che vanno dalla corona di monumenti funebri imperiali romani ( II-IV sec. d.C.) al Parco degli Acquedotti. Entro questo perimetro, edilizia residuale di pochi piani , antica e moderna, come l’emblematica unità orizzontale di Adalberto Libera su Via Selinunte e la sopravvivenza di antichi casali costituiscono una traccia antagonista dell’edilizia intensiva residenziale privata. Il volto del Quadraro è fatto della dialettica fra questi elementi, dalla memoria della liberalità dell’Imperatore libanese Alessandro Severo a quella del Rastrellamento del 1944 in quella borgata sorta dalla superfetazione dell’insediamento proletario sorto per autocostruzione che i nazisti definirono “nido di vespe”. In collaborazione con Associazione Embrice 2030