Il National Geographic Festival delle Scienze affronta il tema dell’invenzione con incontri, spettacoli, laboratori e mostre.

Exhibit

INSIDE INVENTION
Dentro la creatività italiana
dall’8 al 14 aprile, Auditoriumarte
in collaborazione con l’Ufficio Brevetti e Marchi del MISE e con l’Archivio Centrale dello Stato. A cura di Vittorio Marchis
La creatività del prodotto industriale rappresenta un tema essenziale della nostra cultura. Questa mostra presenta alcune eccellenze dell’innovazione italiana che ha sempre saputo tenere viva l’attenzione ai quei motori del processo innovativo che guardano sia alle esigenze della salute e della sopravvivenza, sia ai piaceri della vita. Ma l’innovazione non è solo una storia di oggetti, che saranno anatomizzati in una particolare sezione della mostra, perché dentro le “cose” sono nascoste le storie degli uomini.

TONE TUBES
dall’8 al 14 aprile, Cavea
A cura di Michael Bradke Direttore Mobile Musik Museum
Tone Tubes è una grande installazione sonora interattiva, un enorme labirinto di tubi in continua evoluzione per suonare,  giocare e divertirsi insieme. Un groviglio di tubi da cantiere, dà infatti vita a una gigantesca scultura musicale che comprende oltre trenta tamburi, grandi xilofoni, organi, ed enormi flauti, per la gioia di bambini e genitori.

METALLOPHONE
dall’8 al 14 aprile, Cavea
A cura di Michael Bradke Direttore Mobile Musik Museum
Un mucchio di oggetti e di strumenti metallici, che possono sembrare spazzatura, può trasformarsi in un tesoro: così lattine e cerchioni delle auto, campanacci e cestelli della lavatrice, freni a disco e campanelli di casa, tubi e chiavi inglesi, coperchi e pentole diventano una grande orchestra composta da gong, tamburi, percussioni e strumenti mai visti che grandi e piccini sono liberi di esplorare e suonare.

PLANET EARTH:21ST CENTURY
dall’8 al 14 aprile, Guardaroba Petrassi
Una mostra di Daniela Comani a cura di Antonella Sbrilli e Maria Grazia Tolomeo 
Utilizzando Apple Maps e Google Earth Virtual Reality, l’artista ha attraversato virtualmente decine di città, catturato immagini di monumenti, edifici e strade, rielaborate e rese in bianco e nero. Il punto focale è l’interazione fra la percezione umana del pianeta, i paesaggi urbani e la tecnologia del XXI secolo. Il progetto include anche la pubblicazione di un “Atlas”, un libro d’artista pubblicato da Archive Books con il supporto del Dipartimento per gli Affari culturali di Berlino.

IL COSMO IN UN BICCHIERE
Immagini del quotidiano per raccontare la fisica
dall’8 al 14 aprile, Foyer Archeologico
A cura di INFN e ISIA
Che succede a mescolare le immagini del nostro quotidiano con quelle dei fenomeni della fisica e dell’evoluzione cosmica? Una ciambella con la glassa può diventare un buco nero? La mostra punta a esplorare nuovi linguaggi e strumenti di comunicazione nel racconto al largo pubblico dei temi della fisica contemporanea ed è il risultato della ricerca di un gruppo di studenti di design a partire dal workshop “L’Immaginario visivo della fisica contemporanea” organizzato da ISIA e INFN nel mese di dicembre 2018.

SCIENZA FRA LE NUVOLE
Il mondo della ricerca visto in compagnia dei grandi fumettisti italiani
dall’8 al 14 aprile, Foyer Petrassi e Atrio Salette Studio
Con il contributo di ASI, CNR, IIT, INAF, INFN e INGV
Cosa ci fanno Lupo Alberto, Nathan Never, Rat-Man, i supereroi Marvel, Topolino, in un laboratorio di ricerca? Scienza fra le nuvole è una mostra che raccoglie tavole, strisce e storie firmate da grandi fumettisti italiani (Leo Ortolani, Silver, Zerocalcare e tanti altri) che, per gioco o per passione, hanno scelto di mettere la loro creatività al servizio dei più importanti enti di ricerca italiani. Come avrete capito, anche gli scienziati adorano i fumetti!

INFINITA LUNA
dall’8 al 14 aprile, Sala Ospiti
Di Albertina Bollati
Un percorso artistico ‘nei cieli’ che prende le mosse da una delle più grandi poesie della storia della letteratura, L’infinito, in occasione dei 200 anni da quando Giacomo Leopardi la scrisse, e che si snoda attraverso un personale racconto per immagini sulla Luna e le sue ‘infinite’ suggestioni nell’anno che la vede tra i protagonisti in due importanti celebrazioni: il cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci (1519) e l’allunaggio (1969). L’infinito è una sfida non solo della poesia, ma altrettanto dell’arte quanto della scienza e, nell’orizzonte più vicino, dell’uomo oltre la terra. Il viaggio che l’artista propone al National Geographic Festival delle Scienze è presentato per la prima volta.

DA ZERO A ∞
dall’8 al 14 aprile, Foyer Risonanze
Progetto dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e European Southern Observatory
A cura di Davide Coero Borga, Stefano Sandrelli e Anna Wolter
Equazioni, formule e incognite di una rappresentazione simbolica del cosmo: una raccolta di emozionanti scatti dell’universo conosciuto e la matematica che ne descrive la straordinaria bellezza. Dalla celebre equazione di Einstein E=mc2 alla formula di Drake, da Pitagora a Heisenberg, dall’energia di un fotone alla lunghezza di Planck.

SOUP
Mandy Barker Fotografa e National Geographic Explorer
dall’8 al 14 aprile, Foyer Sinopoli
Direzione Artistica Giovanni Troilo Curatela fotografica Arianna Rinaldo Prodotta da Associazione culturale PhEST
in occasione di PhEST – Festival internazionale di fotografia e arte di Monopoli
A cura di National Geographic e PhEST
Soup è la rappresentazione visiva dei detriti plastici sospesi nel mare, con particolare riferimento all’accumulazione massiccia nella zona dell’Oceano Pacifico del Nord, nota anche come Garbage Patch (chiazza di immondizia). Tutta la plastica fotografata è stata raccolta in varie spiagge nel mondo e rappresenta una collezione globale di detriti che ormai da tempi variabili esiste negli oceani del mondo.

LA TRISTE FINE DI UN DISEGNATORE DI INSETTI
dall’8 al 14 aprile, Foyer Sinopoli
Mostra di Niccolò Falchi, disegnatore presso l’Istituto di Zoologia dell’Università di Roma Sapienza.
Il pubblico avrà l’occasione di apprezzare l’arte di Falchi attraverso due percorsi: da un lato una selezione di tavole realizzate dall’autore per il museo di Entomologia. Nei suoi “20 ritratti disumani” invece l’autore tenta di nobilitare gli insetti e ridimensionare l’essere umano, o meglio di equipararli. Le sue opere riuniscono dunque due realtà assolutamente incompatibili e rappresentano l’angosciosa impossibilità dell’autore di assentire alla totalità della natura umana.

 

Tutte le mostre sono aperte al pubblico con INGRESSO LIBERO E GRATUITO.
Dall’8 al 12 aprile dalle ore 16 alle 21, 
il 13 e 14 aprile dalle ore 10 alle 21
dall’8 al 12 aprile fino alle ore 16 le attività sono riservate alle scuole con prenotazione obbligatoria

…………..

Sound Corner

SONO STATA IO. DIARIO 1900-1999
Daniela comani
dall’8 al 12 aprile dalle 17 alle 21
13 e 14 aprile dalle 18:30 alle 21
Sono stata io. Diario 1900-1999 è un diario dove sono riportati 366 giorni di un anno bisestile (dal 1 gennaio al 31 dicembre), fatti accaduti realmente nel secolo ventesimo. L’io narrante assume alternativamente il ruolo della vittima e quello dell’artefice, identificandosi come autore/autrice – impossibile – di fatti che hanno pregnato un secolo intero.
ingresso libero

……………

Experience

NATIONAL GEOGRAPHIC:
AREA VIRTUAL REALITY NATIONAL GEOGRAPHIC
dall’ 8 al 12 aprile dalle 13 alle 21
13 e 14 aprile dalle 10 alle 22
Area pedonale e Cavea
Immergetevi nel mondo della realtà virtuale e provate sulla vostra pelle il futuro del ‘’digital entertainment’’ all’interno dell’ Area National Geographic, dove avrete l’opportunità di provare esperienze in anteprima:
EXIT VR, la prima escape room in realtà virtuale
Tilt Brush, nuova realtà che consente di disegnare in 3D senza limiti per la fantasia.

 

PORTALI NATIONAL GEOGRAPHIC REALTÀ AUMENTATA
dall’ 8 al 14 aprile
Grazie all’app del festival che sfrutta le più moderne tecnologie in ambito di realtà aumentata daremo a tutti i visitatori del Festival la possibilità di immergersi in un’altra dimensione. Per vivere le 3 diverse esperienze tematiche, tra cui un incontro con Marco Mengoni, basterà dotarsi del proprio smartphone e seguire qualche semplice indicazione.

 

 

Il programma potrebbe subire variazioni, per tutti gli aggiornamenti e per maggiori informazioni su modalità di ingresso e prenotazioni clicca qui.

Nell'ambito di

NATIONAL GEOGRAPHIC –
FESTIVAL DELLE SCIENZE
FONDAZIONE MUSICA PER ROMA