Lettura per bambini sul tema della plastica, letta e segnata con la LIS- lingua dei segni italiana dedicata alla scuola materna del territorio.
Una storia di riciclo letta, raccontata, “in-segnata”. La lettura animata narra la storia di Sybilla, una bottiglia di plastica, che nasce con un’anima e cerca di capire quale possa essere la sua missione nel mondo. Dopo essere caduta accidentalmente in un fiume, raggiunge il mare, incontrando esseri di plastica come lei, ma anche balene, capodogli, tartarughe, gabbiani e albatros. Nel suo viaggio comprende quanto la plastica, il materiale di cui è composta, costituisca un vero dramma sia nel presente sia per il futuro del pianeta. Dopo mille peripezie Sybilla arriva nella Baia dei Giganti e accade qualcosa di meraviglioso che cambierà il suo destino. La lettura animata allude alla vita di spazi inquinati e la possibilità di recuperarli e rigenerarli con l’obiettivo di infondere in chi guarda e ascolta l’idea di un mondo che può ancora essere preso per mano e portato in salvo. Questo mondo che non è solo di fantasia, ma riguarda noi tutti, viene presentato attraverso l’animazione teatrale, con il corpo, le parole, i segni, stimolando, soprattutto la giovane fascia dei più piccoli, a pensare e “consumare” in maniera alternativa. L’integrazione oltre al corpo e alle parole, di veri e propri segni in Lis (lingua dei segni italiana) amplifica e supporta divertendo la diffusione dei messaggi, permettendo l’accesso anche a persone o bambini non udenti.
 A cura di Chiara Borsella di Fuori Contesto

 

Nell'ambito di

STORIE DI PLASTICA. QUANDO LA PLASTICA DIVENTA UN’IDEA
ASS. FUORI CONTESTO