1 giugno ore 18.30

In questo spettacolo presenteremo il “Chinino” molecola straordinaria che farà incontrare la chimica con la storia, anche di Roma, e di quello straordinario Istituto Superiore di Sanità che tanto contribuì a sconfiggere la Malaria nelle paludi pontine e romane. Racconteremo la storia del sabotaggio del sistema di bonifica dell’Agro Pontino e del successivo furto delle riserve di chinino proprio nell’Istituto Romano ad opera dei nazisti in ritirata, a guerra quasi finita. Il chinino ci consentirà di raccontare alcuni aspetti della farmacologia e dei meccanismi di funzionamento dei farmaci, fino a farci conoscere gli effetti di fluorescenza e fosforescenza attraverso due esperimenti molto suggestivi.

 

Il format dell’incontro è quello di una lezione frontale, accompagnata da esperimenti in diretta e da rimandi al mondo dell’arte, della filosofia, della letteratura e della poesia per presentare al pubblico una esperienza di interdisciplinarietà concreta e non solo allusa.

Il presentatore è assistito in scena da tre operatori di ripresa ed una regia video: in questo modo gli esperimenti saranno ripresi e proiettati su maxi schermo e quindi visibili da tutti gli spettatori che vivranno un’esperienza in continua oscillazione tra basi teoriche e riscontri sperimentali.

 

Ingresso libero

Nell'ambito di

SIAMO SAPIENS_Chimica: scienza di forma, luce e bellezza